Scusate il disturbo, ho ragione…

Alcune brevi e amare soddisfazioni (QED direbbe Bagnai):
1) A quelli che ‘Le partecipazioni statali sono finite, decotte e roba da secolo scorso’ ricordo che la Pirelli verrà comprata da una compagnia statale cinese come potete agevolmente verificare qui: http://www.chemchina.com.cn/en/gywm/jtjj/A601601web_1.htm
Sulla lungimiranza di rinunciare alla propria industria pubblica per finire sotto quella altrui, lascio i commenti a chi legge.
Ultima notazione: quando Borghi vincerà in Toscana o diventerà il primo gruppo di opposizione, sappiate che una ragione c’è…non si dica ‘non c’ero, non sapevo’.

2) Fanno data a oggi le dichiarazioni di Visco in materia di intervento pubblico nel settore creditizio, tra l’altro a un convegno sull’IRI (nell’articolo del Sole24Ore c’è chi sottolineava nei commenti l’occasione per una retata…) in cui si, lo Stato è brutto e ladro ma quando si tratta di salvare le banche (che ovviamente sono efficienti perché guidate dal Mercato, beh, allora conviene fare una colletta, si chiami IMU agricola o tassa sull’ombra, cioè questa  https://www.youtube.com/watch?v=MRNEvDETq3A , disgraziatamente non è una bufala…). Ovviamente poi urge privatizzare perché ‘lo Stato fa lo Stato e i privati fanno i privati’, appena tappato il buco con i soldi nostri. Ecco, questo vi spiega  in che mani siamo e dove sta la fonte dei nostri problemi.
Poi leggete Prodi che ci racconta la solita storiella sull’IRI salvo poi constatare ciò che è nei fatti, cioè che senza impresa pubblica siamo un paese in via di sottosviluppo.
3) L’ente Fronte Marxista Internazionale (noto come FMI) ci dice che, purtroppo purtroppissimo (cit. Bagnai) i salari di qualcuno generano la domanda di qualcun altro, quindi azzerare il potere contrattuale dei lavoratori con il vincolo esterno ha dei leggeri contraccolpi in termini di eguaglianza. Niente di che, intendiamoci, ci sta semplicemente portando nel terzo mondo.
E così, mentre si discute di spending review e di garze sterili succede che regaliamo 23 miliardi all’estero (cifra altamente sottostimata, perché tiene conto del solo danno emergente di queste opzioni politiche, non del lucro cessante per il sistema-Paese)
Ma questa non è la spesapubblicainefficiente. In effetti è molto efficiente, per i ‘nostri partner della casa comune europea’.
Alberto Leoncini
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...