La fine del tonno: di come evadere dalla camera della morte

Nel gennaio 2009 stavo preparando Istituzioni di diritto romano, chi ha fatto giurisprudenza sa cosa vuol dire, chi non l’ha fatta può vedersi la scena dello sbarco di ‘Salvate il soldato Ryan’ per avere un’idea. Una mattina di pausa dallo studio, andai a tagliarmi i capelli e lessi questo dal barbiere.

Non che non mi fosse chiaro da che parte tirasse il vento, visto che ne avevo ampiamente scritto ma mi resi definitivamente conto che eravamo nella ‘camera della morte’ pronti per essere issati per la mattanza (riferimento non casuale rispetto a quello che vi dirò dopo). Bene, da allora sono passati sei anni in cui di acqua sotto i ponti ne è scorsa: Bagnai ha raggiunto i 17 milioni di visualizzazioni vincendo i Macchianera Awards, l’uscita dall’euro e dall’UE è un tema di dibattito, si sono affermate esperienze amministrative innovative in Italia e all’estero (anche a Treviso ha vinto il centrosinistra, per dire), sono stati vinti quattro fondamentali quesiti referendari, eppure non vi è stata la benché minima possibilità di modificare i rapporti di forza in essere né di avviare una transizione politico-economica su vasta scala, né in Italia né altrove (vedi Grecia, appunto), questo per dire che l’opzione riformista nel quadro UE/WTO/NATO è strutturalmente preclusa. Occorre prendere atto che, ormai, la metastasi del totalitarismo neoliberista è definitivamente scoppiata, quindi, in serenità e scioltezza, non c’è granché da fare. Ovverosia, c’è molto da fare ma non ci sono le condizioni storiche per farlo, per questo non mi sentirete fare la rassegna delle peeerle (Bagnai) che quotidianamente escono come quella del sindaco di Venezia di vendere un’opera di Klimt o l’annuncio del collocamento delle Poste, anche perché mi è materialmente impossibile starci dietro. Purtroppo la chemioterapia collettiva ce la dovremo fare, e non sarà una passeggiata, quindi conviene arrivarci preparati e istruiti.

Al momento occorre lavorare su due fronti: il primo è la consapevolezza diffusa (mentre qui amabilmente si discuteva delle cene al ristorante di Marino, a Berlino 250.000 persone marciavano contro il TTIP, per dire) il secondo è iniziare a dar corso a progetti in grado di incrinare le logiche in essere, che siano anche in grado di dimostrare quali e quante siano le contraddizioni dell’attuale sistema economico. In questo senso vorrei anzitutto condividere con voi questa foto da me scattata. È a Treviso, ma potrebbe essere ovunque, dà secondo me l’idea in termini plastici e inequivoci di come la storiella che il capitalismo sia si ingiusto, iniquo MA efficiente sia una frottola.

Il capitalismo è solo il sistema più adattabile e capace di rispondere a esigenze diverse in luoghi diversi, purtroppo questa sua duttilità ci sta portando a distruggere l’unico pianeta che abbiamo, relegare nell’indigenza l’80% della popolazione e polarizzare la distribuzione delle risorse. Per il resto, comunque, tutto bene.

In questo senso voglio condividere con voi la bella puntata di PresaDiretta sulla pesca, particolarmente interessante per capire cosa ci sia dietro il pesce che troviamo nei nostri mercati e con quale urgenza, ancora una volta, il nostro modello di sviluppo debba essere cambiato, perché, vedete, se facciamo fare al tonno la fine del tonno, c’è sempre qualcuno che poi la fine del tonno la fa fare a noi…

PresaDiretta ‘Pesca selvaggia’

Nella prospettiva che vi indicavo poche righe sopra mi sto muovendo anch’io (d’altra parte se non ci credo io a quello che dico…) e quindi voglio condividere con voi il mio progetto sulle farmacie che ho recentemente presentato al bando Smart Cities dell’ANCI e per l’attuazione del quale mi sto attivando (ovviamente contributi in proposito sono bene accetti…) e degli sviluppi del quale vi terrò, ovviamente, aggiornati.

Ruolo e prospettive per le farmacie comunali

Oltre a ciò vi invito fin d’ora all’incontro informale di ‘Indipendenza’ che terremo alla Libreria San Leonardo di Treviso il prossimo 23 ottobre alle 18,30, invito peraltro anche i non trevigiani a guardarsi il sito dell’associazione perché stanno avendo luogo iniziative un po’ in tutta Italia, quindi può essere che anche nelle vostre zone ce ne siano, senza dimenticare che, volendo, si possono fissare anche delle videoconferenze di conoscenza. Poi ovviamente posterò l’evento facebook con locandina e tutto il corredo, ma intanto vi invito…

Alberto Leoncini

ps. siccome disgraziatamente è passata la controriforma della Costituzione, ovviamente ora occorre attrezzarsi per il referendum, naturalmente ne parleremo, ci torneremo e la lotta è appena iniziata, comunque già da ora segnalo il sito del Coordinamento democrazia costituzionale per seguire gli sviluppi della mobilitazione.

vi segnalo anche questo articolo dall’Indipendent che dà conto del dibattito da sinistra sull’uscita dell’Inghilterra dall’UE.

Siccome chi è arrivato fin qui si merita un premio… Una nota di colore: poi a Istituzioni di diritto romano ho preso 27…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...